Il mercato del libro nel 2018

La cultura in Italia, lo sappiamo bene, non ha grande considerazione e mercato, ma in questo ambito è l’industria del libro a fare da traino a l’intero comparto. L’industria editoriale italiana, infatti, si conferma anche per il 2018 la prima voce del segmento culturale nazionale, nonostante ci siano alcune ombre rispetto all’anno precedente, il 2017. Stando alle stime preliminari dell’associazione italiana editori, AIE, lo scorso anno il mercato del libro, in un contesto di complessivo rallentamento dell’economia italiana, a livello di fatturato è sceso soltanto dello 0,4%, dopo un brillante 2017 (con il +5,8%), con un valore di mercato globale nei canali trade di circa 1,44 miliardi di euro.

Il mercato del libro, lo stato di salute

In ogni caso, al di là della leggerissima flessione, l’editoria nazionale si colloca dignitosamente a un buon quarto posto nel mercato europeo, con un mercato italiano solido e forte che mantiene comunque la sua posizione e il suo andamento generale, a dispetto di un quadro economico generale che rallenta di anno in anno. L’analisi arriva direttamente dal Presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE), Ricardo Franco Levi.

Il libro digitale e le librerie online

Cresce anche l’editoria digitale, con una rapida accelerazione dell’intero indotto, tra cui quello relativo agli ebook reader, strumenti semplici da utilizzare e molto funzionali a una lettura contemporanea veloce, comoda e leggera. I nuovi modelli kindle, poi, consentono a prezzi molto competitivi di scaricare e leggere i migliori libri in circolazione. Il mercato degli ebook aumenta anche nell’ultimo anno, anche se poco più lentamente rispetto al decennio precedente. Oggi raggiunge quota 67 milioni di euro, rappresentando circa il 5% del mercato. In un solo anno, dal 2017 al 2018, il mercato digitale è aumentato di circa 4 milioni di euro.  Cresce anche il peso delle vendite e delle librerie online, che da sole concentrano il 24% delle vendite del settore. Questo significa che gli italiani acquistano 1 libro su 4 su internet, mentre nel 2007 la percentuale era poco più del 3%. Al contrario, la grande distribuzione raggiunge soltanto il 7% delle vendite complessive, dal lontanissimo 17,5% del 2007.

Chi sono i lettori del 2018

Ma chi sono i lettori dello scorso anno? Bene o male lo zoccolo duro è pressoché invariato. E sono proprio i lettori forti a mandare avanti il mercato dei libri in Italia. Cinque milioni di italiani leggono più di un libro al mese, acquistando 54 milioni di copie vendute annualmente. A questi vanno aggiunti i lettori che leggono tra i 7 e gli 11 libri l’anno, con un ottimo 36% dei lettori complessivi, che generano il 68% delle copie vendute. I più piccoli, poi, leggono tanto, specialmente tra i 4 e i 14 anni.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi