Dama Natalie Massenet entra in Farfetch

Il gruppo Farfetch ha annunciato che dama Natalie Massenet, fondatrice del gruppo Net-A-Porter nonché presidentessa del British Fashion Council, si unirà al consiglio di amministrazione di Farfetch in qualità di co-presidentessa non esecutiva accanto a José Neves, CEO, fondatore e co-presidente esecutivo di Farfetch, per continuare a rivoluzionare il panorama globale di vendite nel settore della moda di lusso.

LONDRA, February 28, 2017

 

Massenet, pioniera dell’industria della moda di lusso, metterà al servizio di Farfetch il suo proverbiale acume per gli affari, le sue intuizioni e la passione per il modo in cui la tecnologia può trasformare l’esperienza del cliente. Si occuperà principalmente di accrescere la presenza globale del brand e rafforzare le partnership con il settore della moda.

La visione strategica condivisa di Massenet e Neves, secondo cui moda e tecnologia possono collaborare per migliorare l’esperienza del cliente, li rende partner ideali e permette loro di concentrarsi sul futuro sviluppo di Farfetch in quanto piattaforma leader globale nel settore della moda di lusso.

Neves ha dichiarato: “Sono un grande ammiratore di Natalie sin dalla fondazione di Net-A-Porter launched. La ritengo una pioniera indiscussa, con il grande merito di averci aperto la strada dimostrando non solo che i beni di lusso possono essere venduti online, ma anche che Internet sarebbe diventato il principale canale in cui i clienti avrebbero interagito con i brand di tutto il mondo.

Natalie possiede un istinto imprenditoriale impareggiabile ed è in grado di comprendere la mente dei clienti e costruire brand globali come nessun altro. Poter collaborare con Natalie contando su una visione condivisa e una solida volontà di plasmare il futuro del lusso è semplicemente un sogno”.

Massenet ha affermato: “Sono onorata ed emozionata di poter supportare José e tutto il team di Farfetch nel loro intento di dar vita a una visione unica per il futuro condiviso di moda e tecnologia. Gli sforzi messi in campo da Farfetch per cambiare le regole di coesistenza fra tecnologia e tradizione al fine di migliorare l’esperienza del cliente sono assolutamente unici nel settore: per questo non avrei mai potuto dire di no all’offerta di José. José è un vero innovatore e non vedo l’ora di lavorare assieme a lui per far diventare Farfetch la piattaforma online di riferimento per la moda di lusso”.

Nel 2000 Massenet ha fondato Net-A-Porter.com, il primo negozio online di moda di lusso, e nell’arco di 15 anni ha sviluppato il gruppo NET-A-PORTER GROUP che comprende TheOutnet.com, MrPorter.com, PORTER Magazine e la piattaforma social per lo shopping NETSET, dando vita a uno dei più grandi colossi della vendita online al mondo e cambiando per sempre la concezione di shopping di lusso.

José Neves ha iniziato a programmare alla tenera età di 8 anni, ha lanciato la sua prima attività tecnologica a 19, nel 1993, e ha creato il marchio di calzature Swear a Londra nel 1998. Nel 2008 Neves ha fuso la sua passione per la moda con quella per la tecnologia dando vita a Farfetch, la prima piattaforma globale di e-commerce dedicata alla moda di lusso. Da piccola startup europea Farfetch si è evoluta in uno “unicorn business” ed è ora il punto di riferimento per lo shopping di lusso in termini di traffico secondo Alexa, ComScore e SimilarWeb.

Note per gli editori

Il termine ‘Gruppo Farfetch’ include ogni società sussidiaria di Farfetch in tutto il mondo, gli uffici e le business unit della piattaforma Farfetch.com, Browns, Black & White e Store of The Future.

Ulteriori dettagli su Store of The Future verranno svelati alla prima conferenza dell’azienda, FarfetchOS, prevista per il 12 aprile, durante la quale Neves e Massenet terranno il loro primo intervento pubblico. Altre informazioni su FarfetchOS: https://www.farfetchos.com/

@Farfetch @JoseFarfetch @Nat_Mass #FARFETCHforFASHION

Informazioni su dama Natalie Massenet

Dama Natalie Massenet ha fondato il colosso dello shopping di lusso Net-A-Porter nel 2000. Nei dieci anni successivi, Natalie ha costruito uno dei più grandi gruppi al mondo nel settore editoriale, media e vendita online, che comprende net-a-porter.com, theoutnet.com, mrporter.com e Net Set. Con un team di oltre 2.500 persone dislocate fra Londra, New York, Hong Kong e Shanghai, Massenet ha creato un’esperienza senza pari per i clienti del settore della moda di lusso globale. L’anno precedente il ritiro di Natalie in seguito alla fusione fra YOOX e Net-A-Porter, il gruppo Net-A-Porter ha registrato entrate per 1 miliardo di dollari.

In seguito, Natalie ha intrapreso la carriera di giornalista e fashion editor per WWD e Tatler. Nel 2009, Natalie ha ricevuto un MBE, mentre nel 2016 è stata insignita del titolo di Dama Comandante dell’Ordine dell’Impero Britannico, riconoscimenti per il suo impegno nel progresso del settore della moda e del retail del Regno Unito. Natalie è presidentessa del British Fashion Council dal 2013 ed è stata nominata UK DTI Business Ambassador nel marzo 2016.

Informazioni su Farfetch

http://www.farfetch.com

  • Farfetch è partner diretto di oltre 750 tra stilisti e boutique di moda in 40 Paesi, a cui fornisce una piattaforma e-commerce senza paragoni in grado di raggiungere più di 1 milione di clienti in oltre 190 Paesi vendendo abbigliamento da uomo e da donna.
  • Farfetch vanta la più grande selezione globale di moda di lusso, con oltre 1.500 marchi
  • Farfetch è una piattaforma globale omni-channel dotata di una rete tecnologica e logistica senza pari incentrata su una API end-to-end esclusiva
  • Questa API alimenta la piattaforma Farfetch.com e la sua app per lo shopping in tutto il mondo e in 9 lingue, mentre Farfetch Black & White, la divisione white label, gestisce fra gli altri i siti BrownsFashion.com, ManoloBlahnik.com e ChristopherKane.com
  • Farfetch offre consegna in giornata in 10 città : Londra, New York, Parigi, Los Angeles, Miami, Madrid, Milano, Barcellona e Roma; in più prevede servizi di click & collect e reso in negozio.
  • “Store of The Future” è una suite di tecnologie sviluppate per aiutare brand e boutique a migliorare l’esperienza dei propri clienti costruendo un ponte fra il mondo offline e quello online
  • Il gruppo Farfetch è cresciuto del +70% nei 12 mesi precedenti al 31/12/16 sulla base del valore dei beni scambiati attraverso la piattaforma
  • Nei 3 mesi precedenti al 31/12/16 il core marketplace ha registrato una notevole redditività
  • Il core marketplace ha inoltre registrato una crescita del +75% del valore delle merci nel quarto trimestre
  • Il gruppo Farfetch ha ottenuto 800 milioni di dollari statunitensi di fatturato lordo nell’anno solare terminato il 31/12/16
  • Circa10 milioni di visite sul sito ogni mese
  • Oltre il 60% del traffico proviene da tablet e dispositivi mobili
  • 9 siti in lingua locale: russo, giapponese, cinese, tedesco, coreano, spagnolo, francese, inglese e portoghese
  • Uffici in 11 località in tutto il mondo per un totale di quasi 1.500 impiegati: Londra, Porto, Guimarães, Lisbona, Mosca, New York, Los Angeles, Tokyo, Hong Kong, Shanghai e San Paolo
  • Ordine medio per cliente: 700 dollari statunitensi
  • Base di clienti cresciuta del +65% negli ultimi 12 mesi
  • Piattaforma omni-channel con API proprietaria, sviluppata da un team di 500 ingegneri ed esperti di prodotto, che si prevede saliranno a 1.000 entro il 2018
  • Browns, nata intorno al 1970, è stata acquisita nel maggio 2015 con la nomina a CEO di Holli Rogers. Negli ultimi 12 mesi, sotto la guida di Holli, il volume d’affari è triplicato
  • Nel maggio 2016 Farfetch si è assicurato un giro di investimenti Series F da 110 milioni di dollari statunitensi in un round capeggiato dai nuovi investitori Temasek, IDG Capital Partners ed Eurazeo e che ha visto la partecipazione anche del già noto investitore Vitruvian Partners.
  • Il valore dell’azienda è attualmente stimato oltre 1 milione di dollari statunitensi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *